Laboratorio di teatro CAMBIARE!


CAMBIARE!

LABORATORIO DI TEATRO PER RAGAZZI DAGLI 11 AI 14 ANNI

Conoscersi, esprimere, stare in gruppo, fidarsi, divertirsi, improvvisare, rompere gli schemi: tutto questo è teatro!

2 incontri, il 24 e 25 settembre 2020, dalle 16 alle 18,30.

Giardino e salone del Villaggio Solidale di Via Fossaggera 4d, Treviso.

Cosa mi piacerebbe cambiare? Scopriamolo col gioco e con l’improvvisazione teatrale!

Il laboratorio si basa sull’animazione teatrale e sul teatro sociale. Sperimenteremo esercizi e giochi di gruppo utilizzando il corpo, la musica, la natura e l’improvvisazione. Il laboratorio è aperto a tutti, anche a chi non ha nessuna esperienza di teatro.

Come iscriversi:

Il laboratorio è gratuito ma a numero chiuso (10 posti), nel rispetto delle vigenti indicazioni governative per il contrasto alla pandemia COVID-19. E’ necessario prenotare il proprio posto seguendo questi passaggi:

–              compilare la domanda di iscrizione (serve la firma di un genitore)

–              compilare il modulo di consenso al trattamento dei dati personali (serve la firma di un genitore)

–              inviare il tutto a [email protected] entro lunedì 18 settembre 2020.

Sarete ricontattati via e-mail per la conferma di avvenuta iscrizione.

Per informazioni potete scrivere a [email protected] oppure telefonare al 3938791149

Il progetto

Il laboratorio rientra nelle azioni del progetto “Cambiare strada” finanziato dal Centro Servizi per il Volontariato di Treviso. Il progetto si svolge in collaborazione con:

Cooperativa La Esse

I Care Onlus Treviso– Ludobus

Associazione NOI San Paolo  e comitato di Quartiere San Paolo a Treviso

Associazione Don Paolo Chiavacci

Seguici nei Social: @solidarietatv

Centri estivi 2020: work in progress

Stiamo progettando i centri estivi tenendo come riferimento le nuove linee guida sulla riapertura in sicurezza dei servizi all’infanzia nella fase 2 anti COVID-19. Non appena il nuovo progetto sarà approvato e le modalità di accesso saranno pronte sarete avvisati attraverso la diramazione di una nostra newsletter. Vi invitiamo pertanto ad iscrivervi a questo link: http://solidarietatv.altervista.org/infanzia/ludoteca-attivita

I nostri auguri di Pasqua

Un video non basta certo per narrare tante riflessioni, tante immagini, tante emozioni che ci hanno attraversato la pancia in questi giorni lunghi e diversi. Giorni che ci hanno fatto riscoprire il valore della vicinanza. Il nostro più grande augurio che possiamo farvi è che possiate riscoprirlo anche voi: buona Pasqua!

Clicca qui per visualizzare il video https://youtu.be/dK_ngST61BE

Uova di Pasqua della Rete InterAgendo

Quest’anno, se volete sostenere con un semplice gesto un’azione solidale, potete acquistare le uova della Rete InterAgendo !
🐣 in ogni uovo potete trovare un oggetto di artigianato frutto del lavoro di cooperative e associazioni aderenti alla Rete!
🐣 il ricavato verrà totalmente impiegato a sostegno dei progetti di sviluppo autonomie “Dopo di Noi”.
🐣 prenotate il vostro uovo (200gr – 10 €) fondente o al latte con un un SMS al 3450934386 entro mercoledì 8 aprile. Verrete poi ricontattati!
🐣le uova sono in vendita anche presso il punto vendita di Topinambur Cooperativa Agricola
🐣affrettatevi perché vanno a ruba!!!

Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020


Misura: 6.4.2

Tipo di intervento: Creazione sviluppo di attività extra agricola nelle aree rurali

Descrizione operazione: Ristrutturazione Casa forestale

Finalità: sociale

Risultati ottenuti: Accoglienza di persone con disabilità

Importo finanziato: 79.358,98 euro

Iniziativa finanziata dal programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-202

Organismo responsabile dell’informazione: Solidarietà Cooperativa sociale OnlusParagrafo

Autorità di gestione: Regione del Veneto – Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste.

Nel mondo degli Inbook

Sabato 30 novembre ore 9.00-12.30
Introduzione alla comunicazione aumentativa e agli Inbook
BRAT – Biblioteca dei ragazzi di Treviso
Piazza Rinaldi 1/b – Treviso
0422658993 – [email protected]

Cosa sono gli Inbook, in che modo possono partecipare alla promozione del diritto di accesso alla cultura per tutti? Come possiamo utilizzarli nei diversi contesti di vita della comunità? L’incontro della mattinata propone un’introduzione alla comunicazione aumentativa (CAA) nella cui cornice gli Inbook si sviluppano, e un’esplorazione della loro produzione nei circuiti bibliotecari ed editoriali. L’incontro è pensato per genitori, insegnanti, educatori, neuropsichiatri infantili, psicologi, terapisti, volontari, bibliotecari e tutti coloro i quali desiderino farsi portavoce di un accesso alla cultura ampio e della partecipazione di tutti alla vita sociale.
Al termine ci sarà spazio per confrontarsi sulle possibili prospettive che questi libri e il modello con cui sono scritti possono sviluppare.
Gli Inbook sono libri con testo completamente tradotto in simboli, secondo un modello a vocazione linguistica. Sono libri INsimboli, INiziali, INteressanti, INsoliti, INtuitivi, INterculturali, INattesi. Li abbiamo chiamati Inbook, perché offrono l’occasione per stare INsieme, per l’INcontro, per INcuriosire, per l’INtegrazione, per l’INclusione di tutti. Bambini, ragazzi, adulti. A casa, a scuola, in biblioteca, dove vuoi tu.

Programma:

Ore 9.00: Alessandro Gasparin, Cooperativa Solidarietà e Fiamma De Salvo, Biblioteca dei ragazzi di Treviso, introduzione e coordinamento della giornata.
Silvia D’Ambrosio, Rete biblioteche Inbook: il panorama editoriale attuale.
La collaborazione fra le biblioteche e le case editrici. Lo stato dell’arte.
Antonio Bianchi, Centro sovrazonale di comunicazione aumentativa: dai libri su misura agli Inbook, il percorso che ci ha portato fin qui. Il modello Inbook.
Laura Bernasconi, Centro sovrazonale di comunicazione aumentativa: cosa succede leggendo gli Inbook, a scuola, nei servizi, a casa.

Ore 11.30: Esploriamo gli Inbook, editi e autoprodotti.

Ore 12.00 Spazio di confronto sulle prospettive, sul ruolo della biblioteca come attore di promozione dell’inclusione, dell’accesso alla cultura.

Ore 12.30 Inaugurazione della sezione Inbook della Biblioteca ragazzi

I posti sono limitati, iscrizione gratuita ma obbligatoria.
Ai partecipanti sarà consegnata la bibliografia INBOOK a cura della biblioteca civica di Brugherio.
Si ringrazia Cooperativa Solidarietà per l’organizzazione dell’incontro e il supporto logistico.
L’incontro è reso possibile dal finanziamento del Centro per il libro e la lettura e si colloca nel vasto programma Treviso Città che legge Atleti della lettura.

locandina_evento_inbook_NEW

Il pomeriggio invernale in ludoteca

Sarà capitato a tutti di pensare “E oggi che piove, dove vado a giocare col mio bambino!?”
L’inverno si avvicina e oggi vi diamo 5 buoni motivi per scegliere la ludoteca come spazio alternativo al parco o alla propria casa per passare qualche ora in compagnia:
  1. IL GIOCO SERVE – Il gioco in relazione aiuta a sviluppare le skills sociali che rendono il tuo bambino più autonomo e aperto agli altri. Il gioco è un “universale antropologico” che ci porta a sviluppare capacità sociali come il rispetto degli altri, del proprio turno, l’attenzione.
  2. PUOI GIOCARE FUORI CASA- La ludoteca è un luogo accogliente e caldo che può sostituire il gioco al parco quando fa troppo freddo… e non dimenticare che anche alcune ludoteche, per fortuna, hanno un grande giardino!
  3. INCONTRARE GLI ALTRI – Incontrare altri genitori, prendere un te o un caffè con loro e scambiare quattro chiacchiere favorisce il confronto e migliora l’umore. Insieme ad altri genitori la ludoteca può diventare un luogo condiviso e uno spazio per organizzare insieme delle attività.
  4. NESSUN ESCLUSO – Mission (e non optional) di un servizio per l’infanzia deve essere anzitutto l’inclusione sociale. La Casa dei colori è la prima ludoteca a Treviso dove l’inclusione sociale è fondante: l’accessibilità è garantita a tutti e l’apertura è curata dalla comunità alloggio Insieme a Noi di concerto col personale educativo dello sportello Orienta Famiglie.
  5. GIOCHI TRADIZIONALI – Il carattere di una ludoteca si riconosce dai… giocattoli! Diffida da spazi commerciali dove regnano la confusione e i gonfiabili: i giocattoli di un tempo restano i migliori, privilegiano i materiali naturali e che permettono di sviluppare la creatività e la fantasia, così come i giochi da tavolo.
Cosa trovi vicino a casa tua?
A Treviso dal 14 novembre 2019 la ludoteca La Casa dei Colori apre tutti i giovedì pomeriggio dalle 16,30 alle 18,30!

La ludoteca è il luogo ideale dove socializzare giocando con altri altri bambini e dove conoscere e confrontarsi con altri genitori. La collezione di giochi è arricchita di nuovi giocattoli di legno selezionati dal Ludobus- I Care di Treviso. Una volta al mese, inoltre, il giovedì pomeriggio diventa “Mani in gioco”, laboratorio creativo manuale per costruire da soli bellissimi giochi di legno o di materiale da riciclo (attività a cura di Ludobus).

Chi può accedere?

Tutti i bambini tesserati accompagnati da un adulto responsabile.

Come accedere?

La tessera annuale ha un costo di 10 euro a bambino, vale fino a giugno 2020 e ti permette di accedere durante l’orario di apertura della ludoteca e di avere la copertura assicurativa. La tessera, inoltre, dà diritto a particolari scontistiche in occasione di eventi di animazione organizzati dalla Coop. Solidarietà e serve per poter iscriversi anche a tutti gli altri corsi rivolti ai bambini e ai ragazzi attivati nell’anno scolastico. Puoi richiederla direttamente il giovedì pomeriggio dalle 16,30 alle 18,30.

INFO

[email protected]

Tel. 393 8791149

Dov’è la ludoteca?

Arrivano i nuovi CENTRI ESTIVI! dal 10 giugno al 6 settembre 2019 a Treviso

 Arrivano i nuovi CENTRI ESTIVI! dal 10 giugno al 6 settembre 2019

Vai subito nella sezione dedicata ai Centri Estivi per scoprire il servizio!

E nel frattempo… “save the date”!

Saremo a vostra disposizione per farvi vedere gli spazi e farci conoscere in due incontri presso il Villaggio Solidale di Via Fossaggera 4d a Treviso:

Mercoledì 8 maggio alle 18,00

Giovedì 9 maggio alle 19,00

Saremo inoltre presenti con con lo stand “La casa dei Colori- Un’estate da favola” all’evento per bambini Fragolandia, Via 33° Regg.to artiglieria, Treviso

Giovedì 25 aprile, dalle 14

 

35^ Festa della Fragola

a TREVISO

8 APRILE-10 MAGGIO 2019

La Festa della Fragola è il festival annuale dell’inclusione sociale della città di Treviso organizzato dalla Cooperativa Solidarietà.
La festa nasce nel 1983 per celebrare la raccolta delle fragole maturate nelle serre della cooperativa nel quartiere di Monigo: uno spazio di vita e lavoro per le persone con disabilità e per tutti i cittadini. Oggi La Festa della Fragola resta un momento altamente simbolico, gioioso e comunitario, che trova nuovo significato come occasione per fare cultura sulla disabilità attraverso eventi aperti a tutti.
Chi siamo? La cooperativa Solidarietà fa parte di una rete di soggetti del mondo no profit e del volontariato che vuole generare valore sociale sul territorio, attraverso il lavoro quotidiano dei nostri servizi e l’attività di volontariato.
La Festa si svolge dall’8 aprile al 10 maggio 2019 e coinvolge diverse parti della città: dal quartiere di Monigo a quello di Santa Bona, dal Teatro delle Voci ai complessi di San Francesco e San Nicolò in centro storico. L’idea è quella di aprire i nostri spazi, trasformarli li in luoghi di vita e generativi, mettendo in luce il loro potenziale come veri e propri luoghi di cultura. Nel contempo, la cooperativa e i suoi volontari desiderano portare il proprio contributo alla vita della città, attraverso iniziative artistiche fuori sede come la mostra della Toeta, il concerto in centro storico e lo spettacolo per famiglie al Teatro delle Voci.
Fragolandia (25 aprile) è la festa simbolo di questo progetto, un evento dove la nostra sede storica si trasforma in un colorato e magico mondo per un giorno: laboratori, giochi, attività per famiglie per conoscerci e divertirsi.

Siete pronti a scoprire tutti gli eventi delle Festa della Fragola 2019? LEGGETE E SCARICATE IL LIBRETTO CON TUTTI GLI EVENTI:

 

LibrettofestaFragola

Kepler 5-14 nuovi sistemi educativi per generazioni competenti

Kepler 5-14 nuovi sistemi educativi per generazioni competenti è il progetto ideato e promosso dalla Cooperativa La Esse in partnership con la Cooperativa Sociale Solidarietà Onlus e in collaborazione con tre istituti comprensivi di Treviso – IC1 Martini, IC3 Felisset, IC5 Coletti – per sostenere il benessere e la crescita dei minori nella fascia di età tra 5 e 14 anni. Il progetto è stato selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Protagonisti sono gli alunni e le loro famiglie, i docenti, le persone, i gruppi e le associazioni attive nel territorio che, attraverso un finanziamento di 550 mila euro per tre anni, da febbraio 2019 e fino a febbraio 2022, saranno al lavoro insieme per promuovere la crescita inclusiva e consapevole dei bambini e ragazzi
Accanto a La Esse e ai tre istituti scolastici, sono parte attiva del progetto la Cooperativa Sociale Solidarietà Onlus e l’Università di Pisa, partner sono il Comune di Treviso, le associazioni Quartiere di San Paolo, Associazione San Paolo di Treviso, Auser Cittadini del Mondo, il Circolo Insieme di San Liberale, I Care Onlus, CPIA Alberto Manzi, le Parrocchie di Canizzano, Santa Maria Ausiliatrice, San Bartolomeo Urbano.
 
Sono due i punti di forza di Kepler 5-14: la riorganizzazione della scuola nei suoi strumenti didattici e la valorizzazione delle competenze relazionali e sociali come volano di integrazione.

Selezionato assieme ad altri 82 progetti, tra 432 proposte presentate e provenienti da tutta Italia, coinvolgerà attivamente oltre 1000 ragazze e ragazzi, 600 nuclei familiari e almeno 100 persone che operano nel volontariato, nell’ambito della rete delle associazioni partner di progetto.

Qual è il ruolo di Solidarietà nel “mondo” visto da Kepler?

Coinvolgeremo gli allievi e i docenti con laboratori artigianali, creativi, storici e naturalistici ed escursioni nel territorio e implementeremo le attività estive rivolte ai ragazzi delle scuole secondarie. Tutto questo attraverso il lavoro e l’impegno diretto delle persone con disabilità che aderiscono al progetto, un passo importante per fare inclusione sociale e cultura sulla disabilità.

Troverete gli aggiornamenti di tutte le attività nel blog!