Mission

La Cooperativa Solidarietà è nata intorno al desiderio di “riconoscere” ragazzi e persone con disabilità, di liberare le energie e le risorse per dare corpo ad una comunità di accoglienza, scegliendo tempi e modi per crescere nei valori, con una formazione continua. In una lotta tra difficoltà e impegno, la Cooperativa Solidarietà rappresenta una storia di uomini e di donne che si sono lasciati chiamare in causa.

Dalla nostra vita in Cooperativa Solidarietà noi raccogliamo una sfida: quella della forma di vita della cooperazione, della collaborazione, della complementarietà, di una comunità che gira quando ognuno gira in sincronia con l’insieme, dove la diversità non è un limite ma una ricchezza, ma dove anche la diversità deve trovare forme e modi di interazione, forme e modi che non si improvvisano né nascono spontaneamente dalla sola buona volontà. Vanno sempre costruiti come un compito comune. Vanno coltivati e curati.

«La solidarietà non è un vago sentimento di compassione, né si fonda su un sentimento di altruismo ingenuo, ma nasce dall’analisi della complessità sociale, dai guasti provocati dal sistema sociale disordinato, dal degrado morale e culturale provocato dalla legge del più forte, dalla carenza di etica collettiva» (don Luigi Di Liegro)

“Da principio l’uomo prende coscienza di se stesso in una bontà elementare riguardo all’altro essere, in una bontà costante, che trionfa di molte cadute, che sussiste nelle condizioni più atroci. Questo, che è un paradosso in rapporto all’antropologia corrente, deve essere pensato come la struttura originaria dell’umanità” (E. Lévinas)

Solidarietà vuol dire vivere bene tutti insieme.

La solidarietà tiene insieme tenerezza e responsabilità, amore e giustizia, cura e lotta.

Leave a Reply